I tavoli del matrimonio, qualche consiglio

I tavoli del matrimonio, qualche consiglio

Tra i tanti preparativi per rendere il giorno del matrimonio una giornata indimenticabile, oltre all’abito, gli inviti, le decorazioni e il fotografo, saper gestire al meglio parenti e amici durante il ricevimento è fondamentale, dopo l’emozione della cerimonia sarà questo momento di relax e condivisione a determinare la buona riuscita dell’evento. La decisione sul tipo, dimensione e disposizione dei tavoli spetta ovviamente agli sposi ma, oltre ai vincoli dati dallo spazio a disposizione, seguono alcuni criteri base.

La tendenza attuale è che gli sposi siedano da soli in un tavolo separato, mentre la tradizione prevede per loro un tavolo d’onore centrale con i genitori, i testimoni e il sacerdote; spesso troviamo invece il tavolo degli sposi con i soli testimoni. Per quanto riguarda la disposizione degli invitati, l’assegnazione dei tavoli è un compito che richiede tempo e pianificazione, normalmente si rispettano criteri familiari e di parentela, avendo cura di mantenere gli equilibri e favorire la conversazione tra conoscenti secondo le affinità (parenti, famiglie con bambini, amici single, ecc.).

Per informare tutti i partecipanti e indirizzarli al loro tavolo, la disposizione degli invitati viene riportata su un tableau mariage, tabella che generalmente segue un tema particolare che personalizza il tema della celebrazione, magari ricordando uno degli interessi della coppia, e che sarà l’idea alla base della scelta dei nomi dei tavoli e della loro decorazione. Tantissimi gli argomenti a disposizione, sarà facile farsi aiutare dalla fantasia nella scelta del tema dei tavoli e sui nomi da assegnare loro. Si parte dalla natura, scegliendo nomi di alberi, fiori o animali, i viaggi per avventurosi, indicando città, luoghi, mari o mezzi di trasporto, la musica per i romantici, con canzoni, cantanti, strumenti o generi musicali, alla cucina per i buongustai, dedicando ogni tavolo ad un piatto tipico, ingredienti o vini. Insomma le possibilità di scelta sono pressoché infinite e personalizzabili allo stile della celebrazione.