Alla scoperta del fiume Chiese

Alla scoperta del fiume Chiese

Le vie d’acqua, un mondo da riscoprire non solo come risorsa economica e come fonte di energia. Quello dei fiumi è infatti un ambiente vivo e facilmente raggiungibile, che può offrire benessere puro a chi lo sa apprezzare. Basta cercare e conoscere meglio il territorio circostante. Anche da questo punto di vista l’Italia vanta di una grande natura prodiga.

Tra le possibilità meno sfruttate, dove è possibile – se lo si desidera – godere della natura senza l’assillo della folla, vale la pena prendere in considerazione il fiume Chiese, che nei suoi 160 chilometri di percorso offre una notevole varietà di ambienti, dai più aspri e selvaggi ai più bucolici e tranquilli. La prima caratteristica di questo fiume che nasce dal gruppo dell’Adamello, in Trentino, è l’abbondanza delle sue acque, ancora pescose. Una ricchezza a cui contribuiscono ben 60 affluenti e centinaia di sorgenti e che infatti è stata sfruttata dall’uomo con la creazione di ben 3 bacini artificiali che si sommano ai 14 laghetti naturali, spesso ad alta quota. La seconda caratteristica del Chiese è la generosità con la quale si offre a chi lo vuole scoprire, presentandogli moltissime opportunità. Per chi è capace di osservare, la varietà di flora e fauna rappresentano un tesoro da scoprire. Lungo il percorso fluviale, poi, abbondano le possibilità di passeggiare a piedi, in bicicletta o a cavallo per godere di scorci e panorami affascinanti in tutte le stagioni dell’anno.

 

Il connubio di storia e offerte enogastronomiche di alto livello
Dunque aria pura, acque pulite, greti su cui rilassarsi e prendere il sole. Il fiume Chiese è tutto questo ma è anche cultura antica e moderna ed è testimonianza di fede religiosa. E’ una pagina di storia economica locale, che si può ancora leggere attraverso le tante testimonianze lasciate dalla mano dell’uomo sul territorio e nei paesi adagiati lungo il suo corso. E poi, non certo ultima per importanza, c’è la particolare forma di cultura rappresentata dall’enogastronomia, che trova nella zona del Garda, dove il fiume Chiese conclude il suo percorso, una grande tradizione di accoglienza turistica e di alta qualità nelle proposte di ristorazione.