Brescia e Lago di Garda: i sapori d'autunno

Brescia e Lago di Garda: i sapori d'autunno

Chi avesse la grande fortuna di trovarsi in autunno a visitare la zona di Brescia e del Lago di Garda, non potrà farsi mancare quella che è la tipica cucina di questi fantastici luoghi. Le diverse influenze culinarie delle zone limitrofe, spesso si incontrano con quelle autoctone del luogo, creando un magico mix di sapori che saprà deliziare anche i palati più fini.

Per quanto riguarda il Lago di Garda, la zona è rappresentata da tre differenti correnti culinarie, che provengono da altrettanti regioni quali Trentino, Veneto e Lombardia. Dal primo giungono nella zona piatti sostanzialmente ricchi di calorie e anche molto sostanziosi, come la polenta con i funghi, la 'carne salada', i canederli, gli strangolapreti, e le tagliatelle con i funghi porcini. Prelibatezze che ben si accompagnano ai vini tipici locali. Dalla Lombardia giungono altre prelibatezze, come i fiori di zucca ripieni al formaggio caprino. Dal Veneto invece prevale la cucina a base di carne di pollo, come la faraona. Dal Mantovano infine arrivano i famosi tortelli di zucca.

La cucina tipica autunnale propone, in particolare, lo spiedo con la polenta, le castagne, le mele e i funghi del territorio. Elementi che possono creare piatti più o meno elaborati e sicuramente gustosi e sfiziosi, per tutti i gusti, anche per i più esigenti.